Showing the Red Card to Simplified Translation Metaphors

Mostrando il cartellino rosso a metafore traduzione semplificata

Questa è una risposta ospite da Jonathan Downie per un post precedente.Showing Red Card to Simplified Translation Metaphors

I traduttori sono spesso oggetto di metafore. Siamo stati ponti, Macchine, cavidotto, strumenti e molto altro ancora. Qui sul blog Multilizer, una metafora più recentemente è stato aggiunto al mucchio. Secondo Pedro, i traduttori sono come arbitri: Siamo più invisibile, meglio.

Questa metafora viene alla fine di un pezzo che ha sottolineato come persone attive sono nel processo di comunicazione. Gli ascoltatori o lettori, ci viene detto, non appena ricevono il testo come la mia tastiera sta ricevendo l'impatto delle mie dita. Quel lontano, Sono d'accordo. La comunicazione è un processo intrinsecamente disordinato. Noi tendiamo a fare affidamento sul fatto che condividiamo il contesto con la gente che vuole comunicare con. Se sono in piedi in un supermercato con i vostri bambini e chiedere di uno di loro per ottenere tu e apple, probabilmente non specificare che si desidera loro di scegliere uno fuori uno scaffale piuttosto che in esecuzione fino al più vicino frutteto.

Il problema è che quando cominciamo a tentare di comunicare tra culture diverse o in lingue, contesto condiviso potrebbe non esistere. Cominciare a parlare di "calcio" di uno scozzese e un residente degli Stati Uniti e hanno una visione molto diversa di cosa stai parlando circa. Tradurre un CV in francese in inglese senza modifiche e si ostacolerà le possibilità di lavoro del vostro client.

Ecco perché i ricercatori in traduzione e interpretariato sono cresciuti a non gradire il tradizionale "mittente, ricevitore, Messaggio, diagrammi di traduttore"come quello che troverete nel post di Pedro. Non è che si sbagliano; è che sottolineano le parti sbagliate del processo.

Per cominciare, è incredibilmente difficile da definire il "messaggio" che stiamo cercando di passare. Classicamente, persone hanno utilizzato il termine per suggerire che ci sia qualche elemento di fuori del linguaggio utilizzato che rappresenta ciò che il mittente vuole comunicare. Tuttavia, Noi non possiamo anche iniziare a capire questo "messaggio" senza usare qualche tipo di altra lingua, che a sua volta richiederebbe un altro atto di traduzione. Un pezzo unico di comunicazione può anche comunicare diversi diversi "messaggi" parecchi diversi lettori e ascoltatori in contesti diversi, Chi potrebbe ricevere anche un "messaggio diverso" a quello originale "mittente" significava inviare.

Ecco un esempio. Un'istruzione di guadagni di un'azienda potrebbe essere interpretata dai suoi azionisti come illustrare il business buona pratica, di gruppi di consumatori come fornire prove di affarismo, dai suoi concorrenti come che indica uno squilibrio nel mercato, e di regolatori come comprovante la conformità legale. Tutto questo da un documento prodotto da qualcuno del reparto comunicazioni perché il loro capo ha chiesto loro di farlo.

Invece gli schemi tradizionali, che implica quella buona traduzione è di non intervenire, la maggior parte delle ricerche in traduzione e interpretariato mette quindi i ricevitori o uditori al centro del processo, a fianco le ragioni perché è necessaria la traduzione. Tornando all'esempio di un rendiconto finanziario, questo punto di vista della traduzione sostiene che una traduzione destinata i regolatori dovrebbe e avrà un aspetto molto diversa da uno commissionato da gruppi di consumatori per scopi di lobbying. Traduttori quindi si troveranno inevitabilmente intervenire per creare un testo che serve allo scopo per il quale è stato inteso.

Dove questo lascia la metafora dell'arbitro? Per quanto questa metafora rende evidente che i traduttori sono parte del giochi e non semplici spettatori, potrebbe essere utile. Tuttavia, Se rende le persone pensano che i traduttori sono in qualche modo persone che gestiscono i gioco, piuttosto che essere compagni di squadra con i loro clienti e lettori finali, allora è problematico. Forse potrebbe sbarazzarsi di metafore complessivamente e semplicemente parlare di traduzione come servizio fornito ai clienti paganti che vogliono il prodotto finale di raggiungere qualcosa di specifico. In quanto il testo e i suoi scopi sono onesto e leale, traduttori quindi sarebbe semplicemente di persone che sono lì per fornire un servizio che soddisfi le esigenze dei clienti, Se questo significa essere visibile, invisibile o qualcosa nel fratempo.

Questo guest post di Jonathan Downie è una risposta alla un post precedente. Jonathan è un interprete di conferenza, scrittore e ricercatore, lavoro per una vasta gamma di clienti tra cui agenzie, clienti privati e compagni liberi professionisti. http://integritylanguages.wordpress.com/